Bellezza e Leggerezza delle Gambe

31. gen, 2018

Molti Fattori determinano  le gambe gonfie, pesanti e stanche. Solitamente dovuti a fattori sia interni (genetici) che esterni , causate  da cattive abitudini , quali: alimentazione sbagliata, fumo, stress e vita sedentaria.

I Consigli per evitare o diminuire il problema sono:

- Bere molta acqua durante tutta la giornata (preferibilmente lontano dai pasti principali).

- Evitare di portare per lunghi periodi  scarpe con tacchi vertiginosi ed abiti eccessivamente stretti.

- Se possibile limitare troppe ore in piedi o ferme nella stessa posizione, alternando momenti di riposo o movimento .

- Avere la costanza di massaggiare una buona crema corpo.

——————————————————————————————————————

“Stefania Merello Crema Corpo”,con la sua formula unica combina quattro azioni complementari: DEFATICANTE , RIMODELLANTE , TONIFICANTE e di BELLEZZA . Maggiori Info Su http://smerello72.123homepage.it/436687334


Seguendo queste semplici regole quotidiane di “ Beauty Routine “ ,eviterete la sensazione di disagio e stanchezza, alleviando queste problematiche ,ottenendo  gambe  più leggere con una  pelle profondamente,nutrita, vellutata e visibilmente più bella. 

Giorno dopo giorno, le gambe sono come rimodellate, la silhouette appare più slanciata e la pelle più tonica. 


UN’ESPERIENZA SENSORIALE 


La sua texture divinamente  setosa si fonde con la pelle, per un istante di dolcezza e piacere. 

UNA GESTUELLE TONIFICANTE E DRENANTE


Una gestuelle tonificante e drenante da effettuare durante l’applicazione della Crema . Da svolgere preferibilmente al mattino , per attivare l‘Azione Drenante ed Anti/Fatica .

1. Applicare a partire dalla pianta del piede salendo con movimenti circolari attorno al malleolo( zona della caviglia) con la punta delle dita 

2. Poi massaggiare il polpaccio con sfioramenti leggeri, una mano dopo l’altra, salendo dalla caviglia verso il ginocchio, cingendolo ed esercitando decise pressioni dal basso verso l’alto per stimolare il drenaggio. 

3. Rinnovare la stessa gestualità sulla coscia partendo dal ginocchio e risalendo verso l’alto del gluteo. 

4. Proseguire con grandi movimenti circolari profondi, le due mani piatte, salendo dal ginocchio verso il gluteo e l’anca.